Apri menu Chiudi menu
Le Storie

Scena 1. Stamattina a Rebibbia NC una ragazza aspetta che arrivi il compagno detenuto per sedersi due ore con lui. Ma mentre A. cammina verso l’Area Verde lo ferma un sovrintendente: fatti i sacchi che sei liberante (prepara le tue cose che te ne vai) A. non riesce a credere che una congiuntura favorevole e assolutamente inaspettata gli stia schiudendo cella e cancelli, ma lo rassicurano che è così, e mentre esce barcollando incrocia l’ispettore Silvano che gli raccomanda di chiamare Seconda Chance perché ha saputo che il colloquio di lavoro di sabato con l’autofficina è andato bene.

Scena 2. La ragazza piange
emozionata e guida allontanandosi dalla Tiburtina, e nel frattempo A. (32 anni, proveniente da Casal de’ Pazzi, provetto meccanico di auto, moto, furgoni, camion ecc ecc) mi telefona per avere conferma di quanto riferito dal caporeparto del G8. Sì, è tutto vero, aspetta che mò ti dico meglio.

Scena 3. Chiamo il titolare di Autopozzi, Mauro Savoia, e gli racconto che il super meccanico che tanto gli era piaciuto ai colloqui del 21 gennaio è stato appena scarcerato “a sorpresa”. Puoi per caso incontrarlo oggi stesso ? Ma certo, mandamelo pure subito.

Scena 4. A. e la fidanzata senza nemmeno passare da casa corrono all’autofficina sopra valle Aurelia, lui parla con il proprietario, definiscono alcuni punti. Dopo dieci minuti il rapporto di lavoro con Autopozzi è avviato: poi si vedrà se ti trovi bene tu e se mi trovo bene io. Ma intanto lunedì vieni qui alle 8 e cominci.

Grazie Mauro Savoia, oggi più che mai meccanico di fiducia della mia 500.

Vedi tutti

Contatti Entriamo in contatto

Compila il form con in tuoi dati




    Tutti i campi sono obbligatori

    Selezionando questa casella, acconsento i termini di privacy ai sensi dell'art. 13 del GDPR (Regolamento UE 2016/679)* Leggi
    l'informativa privacy